Ventesima MODENA CENTO ORE: edizione speciale

MODENA CENTO ORE 2020: per il 20° anniversario della gara il team di Canossa Events ha preparato un’edizione speciale, che partirà da Roma e attraverserà l’Italia da Sud a Nord, proponendo 4 gare in circuito e 10 prove speciali, serate esclusive e un’accoglienza a cinque stelle. I partecipanti hanno risposto con grande entusiasmo, facendo registrare il tutto esaurito mesi prima della chiusura ufficiale delle iscrizioni.
Dal 2 al 6 Giugno 2020 gli equipaggi sfileranno sulle più belle strade che uniscono Roma, Firenze e Modena, sfidandosi su quattro famosi circuiti - Vallelunga, Magione, Mugello e Imola - e in dieci prove speciali in salita su strade chiuse al traffico. Il percorso attraverserà l’Italia in un susseguirsi di tappe spettacolari e seguirà un percorso panoramico in zone suggestive: colline, passi appenninici, città d’arte, laghi e piccoli borghi medioevali… I partecipanti provenienti da tutto il mondo non rimarranno delusi dalla magica atmosfera della Città Eterna o da Orvieto, Rieti, Cortona, Arezzo, Firenze, Modena e dagli altri scenari che porteranno con sé come cartoline di un viaggio indimenticabile nel cuore dell’Italia. Dopo quattro giorni intensi di gara, la bandiera a scacchi sventolerà a Modena in Piazza Grande sabato 6 giugno.


Luigi Orlandini, presidente di Canossa Events, racconta la singolarità di questa edizione: “Abbiamo voluto creare un’edizione davvero speciale per festeggiare il 20° anniversario della Modena Cento Ore. Per questo abbiamo disegnato un percorso meraviglioso da Roma a Modena. La gara è davvero sfidante. Prevede 10 prove speciali e 4 gare in circuito con partenza in griglia ed è resa ancor più emozionante se si pensa che molti gentlemen driver arriveranno con auto davvero importanti. E poi ci sono le serate, organizzate per portare i partecipanti a scoprire luoghi speciali ed eccellenze culinarie del nostro meraviglioso Paese. Davvero un evento unico in Italia, anche per la grande attenzione che da sempre poniamo ad ogni dettaglio e, ovviamente, anche all’ambiente e alla sicurezza. È soprattutto una gara fatta di vera passione, sport, adrenalina e amicizia”.

Le auto arriveranno il 2 giugno a Roma e potranno essere ammirate dal pubblico durante l’esposizione del pomeriggio. Il 3 giugno si correrà in pista a Vallelunga, si attraverserà Magliano Sabina, si gareggerà sulla sfidante salita del Terminillo e, passando per Rieti, si tornerà a Roma. Il 4 giugno si passerà per alcune delle più belle città di Umbria e Toscana: dopo un passaggio nella suggestiva Orvieto, si correrà nell'autodromo a Magione, si transiterà a Cortona e si sosterà in Piazza Grande ad Arezzo per arrivare poi a Firenze, culla del Rinascimento italiano. Il 5 giugno la giornata partirà con un’adrenalinica gara al Mugello dove le vetture, schierate sulla linea di partenza, faranno battere il cuore di tutti gli appassionati. Ci si sfiderà poi sui passi del Giogo e della Futa e ci si rilasserà con una esclusiva serata di gala nel cuore di Firenze. Il 6 giugno si lascerà Firenze per dirigersi verso Firenzuola, Palazzuolo sul Senio, e per la sfida sul circuito di Imola. E poi via, verso il cuore della Motor Valley, dove gli equipaggi godranno del meritato bagno di folla all’arrivo finale in Piazza Grande a Modena, all’ombra della Ghirlandina. Le premiazioni si svolgeranno poi in serata. In un mondo sempre più attento all’ambiente, è con particolare piacere che la Modena Cento Ore si riconferma per il quinto anno consecutivo come l’unico evento di settore ad emissioni zero, grazie alla volontaria adozione del protocollo CarbonZero, che prevede la piantumazione di decine di nuovi alberi nell’appennino Tosco-Emiliano a completa compensazione delle emissioni residue di CO2. L’evento è reso unico anche dal coinvolgimento di partner d'eccellenza come RMSotheby’s, casa d’asta leader mondiale nel settore, Blackfin, che ha creato per gli equipaggi un modello di occhiali esclusivo, Brose, eccellenza nel settore meccatronico e Brandoli, azienda specializzata nel restauro di Ferrari. 

Photo: Courtesy of Canossa Events