Autunno, asse Merano WineFestival-Milano Wine Week

All’indomani della comunicazione ufficiale del rinvio di Vinitaly al 18-21 aprile 2021 e dell’annuncio dell’intenzione di realizzare un evento innovativo il prossimo autunno a servizio delle aziende, all’unisono Helmuth Köcher, patron di Merano WineFestival, e Federico Gordini, presidente di Milano Wine Week, ricordano che i grandi eventi autunnali esistono già e sottolineano quanto la loro partnership, nata già lo scorso anno, sia sempre più forte in vista delle difficoltà dei produttori di questi mesi di crisi e incertezza.
Helmuth Kocher e Federico Gordini
"In questo momento complicato per tutti - sottolineano - i produttori hanno ben altre priorità legate alle difficoltà di gestione delle aziende e del loro personale e certamente le manifestazioni non rientrano tra queste. Da settimane ci stiamo confrontando e stiamo sviluppando una piattaforma di opportunità per le aziende vitivinicole da realizzare tra ottobre e novembre in concomitanza dei due principali eventi autunnali del vino in Italia, Milano Wine Week (3-11 ottobre 2020) e Merano WineFestival (6-10 novembre 2020). Un asse Milano-Merano sempre più compatto, ma aperto ad altre realtà e organizzazioni che vogliano unirsi sinergicamente per offrire maggiori opportunità alle aziende produttrici stressate dalle difficoltà del momento. Siamo pronti ad accogliere a braccia aperte chiunque voglia collaborare con noi. Il mondo del vino mai come oggi ha bisogno di fare sistema.


E noi organizzatori dobbiamo essere i primi a dare questo messaggio. Presto comunicheremo le novità, aspettiamo di monitorare l’andamento delle prossime settimane per ufficializzare il progetto, anche e soprattutto per veicolare i nostri sforzi quotidiani sulla gravissima situazione che sta attraversando il Paese". Federico Gordini evidenzia l’importanza del progetto che deve essere al servizio del mondo produttivo del vino: "L’innovazione sarà al centro di questa piattaforma; l’autunno di quest’anno sarà il momento per fare il punto sui cambiamenti nei modi di comunicare e formarsi nel mondo del vino. In questi giorni, settimane, abbiamo testimonianza di numerose iniziative on line nel mondo del vino e siamo certi che saranno sempre maggiori i momenti digitali che connetteranno aziende, opinion leaders internazionali, mondo del trade, della comunicazione e dell’innovazione".